Børns and Petite Meller

#FALL IN LOVE CON BØRNS E PETITE MELLER

Le stelle nascenti Børns e Petite Meller hanno creato la soundtrack per la campagna più romantica della stagione. H&M Life li ha riuniti a New York per parlare di amore, magia e musica.

Come le grandi storie d'amore, le migliori collaborazioni artistiche sono intense, selvagge ed espressive. Se riescono bene, sono addirittura ipnotiche.  Ecco perché quando H&M ha deciso di celebrare l'immortalità del vero amore  con la musica, ha scelto due straordinari cantanti e musicisti, per scrivere assieme la musica perfetta.

Attraverso tre Paesi e diverse notti insonni, l'americano del Michigan Børns e la cantante pop francese Petite Meller hanno rivisitato  Sunday Morning dei Velvet Underground, uscito nel 1967. Il brano fa da colonna sonora alla nuovissima campagna su hm.com, ed è un inno a tutta la stagione. Non c'è momento migliore di #fallinlove.  

Petite Meller

Nonostante tutto, Børns e la Meller ammettono che devono ancora capire tutti i misteri della passione. In un pomeriggio assolato, quando la conversazione tocca le questioni del cuore, Børns è sincero: "Sono molto confuso in materia."

"L'amore è diventato il tema dell'album che ho appena terminato. Non mi sono nemmeno accorto che il tema fosse quello, finché non ho finito", continua. Esita, poi sorride. "L'album si intitola  Dopamine."

ANALIZZI LE TUE EMOZIONI CON LA TUA MUSICA? TI AIUTA A CAPIRE I TUOI SENTIMENTI?
Børns: Non so. Quando scrivo una canzone, gira sempre attorno a quello - anche se non è la mia volontà, sembra che sia una cosa automatica per me.

Meller: Quando scrivo una canzone, non penso - mi affido ai sentimenti. Guando dentro di me, nel mio subconscio, e a volte non so esattamente cosa sto raccontando con le mie canzoni. A volte ci ritorno su e lo analizzo. La mia ultima canzone è stata  Baby Love, quindi c'entra l'amore. Parla di un amore che non riesci veramente a descrivere."

LA CANZONE PERÒ È ALLEGRA. L'AMORE È SEMPRE COSÌ ESTATICO?  
Meller: Inizia con il dolore ma sì, penso che poi si sposti in un luogo pieno di allegria.

QUANDO TI SEI INNAMORATO DELLA MUSICA PER LA PRIMA VOLTA?
Børns: Quando ero piccolo, ascoltavo continuamente la musica. I miei non suonavano strumenti, non cantavano, ma ballavano molto spesso. Danzavano in cucina, e sentivano sempre della musica.

Meller: Davvero? Come gli hippy?

Børns: Sì, erano tipo degli hippy. Mettevano sempre dei dischi per me. Mia madre è crudista quindi è una vera artista in cucina, mio padre è pittore e architetto - è lui che mi ha ispirato artisticamente. La musica ha sempre fatto da sfondo alla mia vita.

Meller: Io l'ho sempre amata. Non c'è stato un momento in cui ho dovuto dire "mi piace la musica" - è stato così da sempre.

SEI CRESCIUTA IN UN AMBIENTE MUSICALE?
Meller: Mia madre ascoltava le cantautrici francesi e il jazz come Dizzy Gillespie, sassofono e musica africana, soprattutto vinili. Ho cercato di mischiare tutti questi generi per crearne uno mio, che ho battezzato "nouveau jazzy pop".

QUAL È LA PRIMA CANZONE D'AMORE CHE RICORDI DI AVER ASCOLTATO?
Børns:  Unchained Melody, Righteous Brothers.

 

Penso che entrambi sappiamo come creare la magia.

PETITE MELLER


QUAL È IL RAPPORTO TRA MISTERO E MUSICA?
Børns: Ci sono delle tonalità che ricordano Los Angeles nascoste nel mio nuovo album. Avevo una casa su nelle Hills, e i coyote venivano sempre fuori alla sera. La natura in questi posti è straordinaria. Una sera, i coyote sembravano impazziti, così ho messo l'iPhone fuori dalla finestra e ho registrato - poi l'ho inserito nella canzone, ho aggiunto un delay ed è venuto fuori qualcosa di molto particolare. È difficile capire esattamente cos'è. Nel disco ci sono alcuni brani di questo tipo.

Meller: Mi piace che ognuno interpreti in modo diverso la mia musica, anziché assorbirla come un automa. È bello avere un tocco di mistero. L'essenza dell'arte è proprio questo, darti qualcosa a cui pensare mentre torni a casa.

Børns: Quando ero più giovane effettivamente ho attraversato una fase in cui ero veramente appassionato di magia. Andavo a vedere ogni show possibile, devi sapere che proprio in Michigan dove sono cresciuto c'è la capitale della magia. È una piccola città dove trovi dei cilindri anziché le aiuole lungo la strada. Tengono un'importante convention di magia ogni anno, e maghi da tutto il mondo partecipano, vendono i trucchi e si scambiano i segreti.

Meller: Sai fare trucchi magici?

Børns: Sì!

Meller: Penso che entrambi sappiamo come creare la magia.

Børns: Questo mi fa pensare a quanto la magia e la musica siano sinonimi. Quando vai a uno show o a un concerto, non sai mai veramente cosa ti aspetta.

Meller: È vero, siamo tutti maghi.

Børns

SO CHE ENTRAMBI AVETE REGISTRATO LA VOSTRA MUSICA SEPARATAMENTE. COM'È STATO REGISTRARE UNA CANZONE CON L'OCEANO ATLANTICO A DIVIDERVI?
Meller: Abbiamo registrato in tre diversi paesi, L.A, Londra e la produzione è stata in Svezia ma la musica è legata a New York, dove siamo ora. Ha un'atmosfera da Lou Reed ed Andy Warhol e il downtown. Come artisti, questa atmosfera speciale ci ha stregati e ha fuso le nostre voci.

Børns: È stato il mio primo duetto "a distanza".

Meller: È stato intergalattico. 

Børns: Entrambi abbiamo delle inflessioni caratteristiche e particolari, ma volevo che si sentisse che avevamo un feeling tra noi.

COME SI METTE IL PROPRIO MARCHIO A UNA CANZONE COSÌ FAMOSA?
Børns: È difficile, ma le possibilità sono due. Puoi cercare di rifare la canzone esattamente come l'originale, o puoi trasformarla e personalizzarla completamente.

Meller: In ogni caso, devi avere un feeling con la canzone, devi metterci del tuo - io sto ancora imparando, è un album straordinario. Questa canzone è ancora un mistero per me, non la capisco fino in fondo. 

HAI MAI SCRITTO UNA CANZONE D'AMORE PER QUALCUNO?
Meller: Ovviamente! Cosa intendi? È sempre per qualcuno.... sempre.

QUAL È LA CANZONE PIÙ ROMANTICA CHE HAI MAI SENTITO?
Meller: Tutte quelle di Lionel Richie. Penso che abbia scritto le canzoni d'amore più romantiche di tutti i tempi. Nei momenti più difficili è capace di tirarti su il morale, di farti sentire bene, di guarirti. Questo è il vero scopo della musica.

Børns: Direi i Bee Gees, secondo me hanno scritto i brani più romantici. Ad esempio  More Than a Woman, tutto il testo di quella canzone è... ogni singola strofa è semplicemente straordinaria. Il modo in cui le parole si fondono con la melodia è semplicemente perfetto.

Meller: Cosa significa "più di una donna"?

Børns: Oh mio Dio! Prova a dirlo a qualcuno... Prova a guardare qualcuno negli occhi e dire "tu sei più di una donna, più di una donna per me"? Non è una frase veramente forte? 

Meller: È una canzone straordinaria, vero? Ti rimane nel cuore, ti rimane nella testa, come un virus.



Guarda tutta la campagna  #fallinlove qui 

Torna ai feed
Torna in alto