Model, author and activist Alek Wek is an ambassador for H&M Conscious Foundation. "Having walked for thousands of miles looking for safety I thought: this is it. This is my chance and fashion should represent all the different beauties of women", she says about her career.

Model, author and activist Alek Wek is an ambassador for H&M Conscious Foundation. "Having walked for thousands of miles looking for safety I thought: this is it. This is my chance and fashion should represent all the different beauties of women", she says about her career.

ALEK WEK, UNA RIVOLUZIONARIA CHE LOTTA PER CAMBIARE LE COSE

Da rifugiata a supermodella, quest'icona mondiale non si stanca mai di appoggiare cause umanitarie. Alek Wek racconta a H&M Life come è stata scoperta a 18 anni, perché si è sentita in dovere di portare sotto i riflettori i grandi problemi del mondo e quali sono i suoi segreti di bellezza.

"Non sarò una stella cometa di passaggio, non si tratta di qualcosa a breve termine. Questo è un impegno a lungo termine."

Alek Wek era determinata e la sua visione del futuro era chiara quando ha deciso di intraprendere la carriera di modella a metà degli anni '90. È una donna con quel tipo di volontà e patos in grado di spostare le montagne e sapeva bene cosa fare, aveva solo bisogno di una piattaforma a disposizione. Oggi, lavora per varie organizzazioni ed è un'ambasciatrice per l'H&M Conscious Foundation.

"Fare la modella per me non significava diventare ricca e famosa, ma piuttosto utilizzare lo spazio che avevo per portare all'attenzione di tutti alcune questioni importanti. Era il 1996 quando ho detto al mio agente "Ora mi aiuterai a portare sotto i riflettori quello che succede. Io ne sono venuta fuori, la mia famiglia ne è venuta fuori, ma molti non ce l'hanno fatta a scappare dal Sudan del Sud." E il mondo doveva esserne al corrente."

È stata una rifugiata e conosce bene, in prima persona, cosa si senta ad essere costretti a lasciare il proprio paese e la propria famiglia per trovare salvezza in un posto molto lontano. Nata nel Sudan del Sud nel 1977, Alek Wek è riuscita a scappare dal suo paese con la sua famiglia poco dopo l'inizio della guerra civile nel 1983. A 14 anni, è riuscita a raggiungere con la famiglia la sicurezza nel Regno Unito, dove a cinque anni dal suo arrivo, è stata scoperta da un talent scout al Crystal Palace Park di Londra.
 

Fare la modella per me non significava diventare ricca e famosa, ma piuttosto utilizzare lo spazio che avevo per portare all'attenzione di tutti alcune questioni importanti.


ALEK WEK
 

"Crescendo non sapevo nemmeno dell'esistenza delle modelle. Quando sono stata scoperta, avevo lasciato il Sudan del Sud da appena cinque anni e mi stavo ancora abituando a vivere a Londra, alla nuova cultura e alla lingua. Il talen scout riuscì a farsi dare il mio numero di telefono, mi chiamò e continuò a insistere perché andassi in agenzia."

Quando la carriera di Alek Wek decollò, l'industria della moda per molti versi era ben diversa da quella di oggi. Tanto per iniziare, c'era un gruppo di modelle che si chiamavano Cindy, Naomi, Linda, Claudia e Christy, che erano le prime sulle liste delle modelle più richieste da qualsiasi marchio o designer. Per riuscire ad entrare in quel gruppo esclusivo e su quelle liste, l'industria richiedeva qualcosa di più, qualcosa di nuovo e speciale. E Alek Wek fece il suo ingresso: una modella di colore con dei favolosi tratti Dinka che erano ben lontani dagli ideali di bellezza convenzionale di quell'epoca. 

"La moda deve guardare a tutto il mondo come fonte d'ispirazione e, quindi, è naturale che celebri tutte le culture e i colori. Mi hanno sempre detto che la bellezza non sta negli abiti o nel trucco che indossi: quelli sono solo dettagli che evidenziano la bellezza naturale di ogni donna. Quella che si ha dentro. Mi ricordo bene quando Steven Meisel mi disse: "Alek, togliti quella parrucca. Che tipo di musica vuoi? Voglio soltanto la vera Alek", dice e continua: "Dopo aver camminato migliaia di chilometri per cercare salvezza, mi sono detta: ci siamo. Questa è la mia opportunità e la moda dovrebbe rappresentare i vari tipi di bellezza che le donne possiedono."

A quanto si legge sulla rubrica di modelle MODELS.com, a Alek Wek va il credito di aver rivoluzionato l'industria e di aver cambiato il concetto di bellezza imperante. Tutto ciò è successo vent'anni fa e ora dice che lavora come modella con moderazione. Per la maggior parte del tempo si dedica all'attivismo, alla filantropia e a lavorare sodo per rendere il mondo un posto migliore.

DI TUTTE LE CAUSE PER LE QUALI LAVORI, QUAL È QUELLA CHE SENTI PIÙ VICINA?
"Ho sempre sostenuto che avere un'educazione è importante, soprattutto per le ragazze. Se una ragazza ha un'educazione, è in grado di educare una famiglia, una comunità e una società. Mio padre un volta mi disse che puoi anche perdere tutto, ma non potrai mai perdere ciò che sai."

Il 10 febbraio a Stoccolma viene presentata la prima Global Change Award Ceremony organizzata dalla H&M Conscious Foundation. Alek Wek, che è ambasciatrice della fondazione dal 2014, presenterà la cena dell'evento, durante il quale verrà assegnato un milione di Euro alle cinque innovazioni selezionate, che con il tempo potrebbero chiudere il ciclo nell'industria della moda.

COSA FAI DEI VESTITI E DEI CAPI CHE NON INDOSSI PIÙ?
"Ho tante nipoti e sorelle alle quali passo i vestiti. Cerco di ripulire il mio guardaroba ogni primavera e inverno e in questo modo mi rendo conto di non indossare molti dei vestiti che ho, e ne ho abbastanza, vista la natura del mio lavoro. E poi lascio nei centri di aiuto e nei negozi di beneficenza i vestiti che non interessano ai miei familiari. Dono anche i miei vestiti alla Salvation Army. Puoi veramente fare felice qualcuno con tutto quello che non vuoi più!"

MOLTI DI NOI VOGLIONO CAMBIARE LE COSE IN MEGLIO AL MONDO. MA CHE CONTRIBUTO POSSIAMO DARE?
"Basta raccogliere informazioni! Andare online e informarsi: di sicuro si riesce a trovare qualcosa che sia adatto alla propria disponibilità e ai propri interessi."

 

Il Global Change Award Ceremony si svolge il 10 febbraio a Stoccolma, in Svezia. Puoi saperne di più sul premio e sui vincitori e vedere le foto dell'evento (disponibili dopo l'11 febbraio)  qui.

 

Alek Wek.

ALEK WEK

ETÀ: 38 anni

VIVE A: Brooklyn, a New York

OCCUPAZIONE: modella, autrice, attivista. Ambasciatrice di H&M Conscious Foundation dal 2014

SEGRETO DI BELLEZZA: dormire, bere succhi e mangiare cibi ricchi di ferro

SI TIENE IN FORMA CON: tanto yoga ed esercizi cardiovascolari con il cane

INSTAGRAM: @msalekwek

 

 

Torna ai feed
Torna in alto