Moffy is teaming up with M.I.A and H&M for World Recycle Week.

Moffy is teaming up with M.I.A and H&M for World Recycle Week.

ECCO A VOI MOFFY, UNA STUDENTESSA MODELLA

Moffy fece scalpore arrivando sulla copertina della rivista Pop al suo primo servizio fotografico, mentre oggi la possiamo vedere destreggiarsi tra video clip con M.I.A. e la letteratura Russa.

Non accade spesso che una modella partecipi al suo primo servizio fotografico e approdi subito sulla copertina di una rivista importante. Ma nel 2013 è proprio ciò che successe a Moffy. Una storia da raccontare, senz'altro, ma Internet scalpitò anche per il fatto che la modella bruna fosse strabica e avesse firmato subito con Storm Models, l'agenzia che aveva scoperto anche Kate Moss. 

Da allora, Moffy si è destreggiata tra il suo lavoro da modella e il suo corso di laurea in russo e francese presso lo University College di Londra e presto apparirà anche nel video clip di M.I.A. per la Settimana mondiale del riciclo con H&M. Per la modella londinese, il riciclo è un'iniziativa molto importante oltre ad essere un'azione davvero molto semplice ("Se hai tanti vestiti che non vuoi più, non dovresti nemmeno porti il problema."). 

Recentemente abbiamo incontrato Moffy davanti a una tazza di cioccolata calda per parlare di come si presenta oggi il settore e di ciò che le riserva il futuro. 

CI PUOI DIRE COME SEI FINITA SULLA COPERTINA DI POP?
"Avevo conosciuto il fotografo [Tyrone Lebon] tramite la sua ragazza, credo si fosse stufato di fotografare soltanto modelle e mi chiese se me la sentivo [di farmi fotografare]. Non sapevo niente della moda o di cosa fosse Pop e accettai."

Se hai tanti vestiti che non vuoi più, non dovresti nemmeno porti il problema.


MOFFY ON RECYCLING YOUR CLOTHES.
 

TI PIACQUE QUEL PRIMO INGAGGIO DA MODELLA?
"Sì, ma era alquanto surreale. Ripensandoci ora, la moda non mi interessava proprio. Sembra ridicolo. Non che oggi io sia perduta", afferma ridendo, "ma allora ero totalmente innocente. Era come se pensassi che il tutto fosse bello, ma anche un po' futile."

PIÙ TARDI TI CHIAMARONO PER IL CAST DELLA FANTASTICA PRIMA PRESENTAZIONE A PARIGI DI HOOD BY AIR, CHE EBBE LUOGO DI NOTTE IN UN UFFICIO A UN PIANO ALTO ABBANDONATO.
"Fu davvero fantastico. C'erano molte persone transgender e si respirava davvero un senso di inclusione. Mi piacque molto. È bello che alcuni designer si impegnino e si aprano verso altre idee."

TI PIACE SFIDARE LE NORME DELLA BELLEZZA? LA STAMPA HA PARLATO MOLTO DEL TUO STRABISMO.
"Sì, lo so, ma non mi sento assolutamente una vittima. Non penso "Povera me, nessuno mi vuole nel suo show", oppure "Ho un occhio pigro, questo è il mio marchio". Si fa tutto questo parlare del fatto che ho un occhio pigro, ma riesco benissimo a fare la modella. Buon per me. Mi sembra un po' futile, perché, a parte tutto, la cosa non ha mai avuto un effetto negativo sulla mia vita. La gente ha problemi ben peggiori!"

CREDI CHE IL SETTORE DELLA MODA STIA COME PROIETTANDO LA PROPRIA COLPA DI MANCANZA DI DIVERSITÀ?
"Sì, è quello che intendo. Mi sento come se la cosa dicesse di più su di loro che su di me, in effetti. D'altra parte, è fantastica l'idea che io possa essere riuscita a far sentire più forti le persone che provano insicurezze dovute a qualche loro piccolo difetto."

SE AVESSI UNA LISTA DEI DESIDERI, CON QUALI FOTOGRAFI VORRESTI LAVORARE?
"Adoro Ryan McGinley. Mi piace moltissimo! Vedo sempre tutte quelle foto di lui con il compagno e il loro cane accoccolati sul letto, sembra che stiano passando momenti così piacevoli."

DOVE TI VEDI TRA CINQUE ANNI? FARAI, AD ESEMPIO, QUALCHE CORSO POST-LAUREA?
"Sicuramente. Sto tentando di decidere se passare a giurisprudenza o continuare con il russo. Continuerò anche a fare la modella, più che altro per vedere cosa succede. Ma è comunque secondario ai miei studi. Sicuramente voglio rimanere una studentessa il più a lungo possibile", afferma ridendo.

 

Moffy è una delle star nel nuovo video clip di M.I.A. per la Settimana mondiale del riciclo. 

SHARE
Torna ai feed
Torna in alto