• "We Like This Poetry and Music".

  • "Laptop with Landscape".

  • "Friends".

  • "Mastering the Art of French Cooking".

  • "Plants and Drawings".

  • "Palm".

  • "References".

  • "Cooking with Bacon".

Anna Valdez

I dipinti di Anna Valdez di interni pieni di fiori, tappeti e libri l'hanno resa un personaggio da tenere d'occhio. Ha esposto i suoi dipinti a New York e San Francisco ed è nota anche online, e ora ci parla della sua arte.

"Picnic" by Anna Valdez.

COSA AVVIENE DI INTERESSANTE NEL MONDO DELLA PITTURA?
Indubbiamente le opere di Anna Valdez, una giovane pittrice nell'area della baia di San Francisco, che utilizza le sue nature morte lussuose e intense, piene di piante, tessuti, libri, vestiti e altro ancora per raccontare la storia di persone che non si vedono e della loro vita. I suoi studi di antropologia hanno fatto nascere in lei un interesse per gli oggetti e le immagini come tramite per conoscere la vita delle persone che li utilizzano.

"Da giovane mi appassionavo di archeologia e di come i resti materiali di una cultura possano svelare il passato. Questa passione mi ha portato a studiare Antropologia alla University of California, nella sede di Davis, per poi rendermi conto che ciò che mi attirava era la capacità comunicativa delle immagini. Questa curiosità mi ha portato a frequentare un master in pittura alla Boston University e a lavorare a tempo pieno come artista."

CHE COSA RENDE LE SUE NATURE MORTE COSÌ INTRIGANTI?
La quantità di dettagli, gli elementi che compongono l'immagine e che possono svelare qualcosa di noi stessi e del nostro mondo.

"La scelta delle nature morte come soggetto ha molto a che fare con il mio interesse per i materiali e come questi possano essere scelti per costruire la storia di un individuo. Inoltre, le possibilità offerte da una natura morta sono infinite. Mi diverto a sistemare e riorganizzare la disposizione degli oggetti nel mio studio e sono attorniata da immagini casuali che poi diventano dipinti. Credo che la cosa che mi intriga di più sia l'immediatezza della natura morta."

COME CREA LE SUE OPERE?
Nel suo studio nell'area della baia di San Francisco usa pittura a olio e tantissimi arredi scenici. Per le sue opere Anna trae ispirazione dalle opere di pittori quali David Hockney e Matisse.

"Sono curiosa di natura, quindi la ricerca ha un ruolo importante nei miei comportamenti e di solito impiego molte delle mie energie a osservare dipinti, leggere blog di arte, disegnare soggetti dell'ambiente che mi circonda e scambiare idee con altri artisti. Al momento sto lavorando a una serie di dipinti che ritraggono elementi degli studi d'arte. Sto riunendo piante, libri, dischi, tessuti, vestiti, navi e altri dipinti in composizioni che creano una narrativa personale e culturale."


Per saperne di più sul lavoro di Anna, potete visitare il suo sito Web qui e seguirla su Twitter qui!

SHARE
Torna ai feed
Torna in alto