CHARLOTTE TROUNCE

Quando le aziende, le riviste e i giornali di moda di tutto il mondo vogliono disegni allegri, colorati ed eleganti, si rivolgono tutti Charlotte Trounce, una illustratrice che lavora a Londra.

Se la fotografia sta assumendo sempre di più un ruolo di primo piano in moltissimi settori, vuol dire che l'arte dell'illustrazione è destinata a cadere nel dimenticatoio? 

A giudicare dai magnifici e stravaganti disegni di Charlotte Trounce, la risposta è sicuramente NO! Charlotte lavora come freelance a Londra e si occupa di una varietà di favolosi progetti commissionati dai settori dell'editoria, della pubblicità, dell'imballaggio e della moda. Tra i suoi clienti recenti annovera Mulberry, la rivista Elle Collections, il New York Times e The Economist. Non deve sorprendere, quindi, che le sue creazioni s'ispirino a un'ampia gamma di soggetti:

"Le mie fonti d'ispirazioni derivano da elementi molto diversi. Mi rifaccio a disegni e illustrazioni degli anni '40 (soprattutto del graphic designer svedese Olle Eksell), vecchie fotografie, tutto il Bauhaus, strani oggetti, ceramiche, cibo, moda e tessuti," ammette la stessa Charlotte.

Ma, un momento, sono pastelli a cera quelli che sta utilizzando?

È possibile! Sebbene lavori principalmente con la pittura acrilica, le piace introdurre nuove trame nei suoi disegni utilizzando la matita e, sì, anche i pastelli a cera. È completamente naturale per una persona che disegna da sempre. Quando si è trattato di scegliere una carriera, la scuola d'arte non è stata soltanto la scelta naturale, ma anche il primo passo:

"Ho completato il corso di base in Arte e mi sono laureata a pieni voti in Illustrazione al University College Falmouth in Cornovaglia, qui nel Regno Unito. Ma l'idea che ne potessi fare una professione si è concretizzata solo durante la gita di fine anno a New York, dove ho ricevuto del feedback molto positivo da importanti agenzie e direttori artistici."

 

Credo che del mio lavoro le persone apprezzino quella sensazione di disegnato a mano, che lo rende diverso da moltissime illustrazioni che si vedono in giro

Charlotte Trounce

 

Per essere un'illustratore devi essere un attento osservatore!

È vero. Da bambina Charlotte aveva una predilezione per i libri illustrati, i cui elementi ancora emergono durante la sua attività e ancora oggi la ispirano. Ma non basta:

"Mi affascinavano tutte le scene illustrate brulicanti di persone ed edifici, dove poter soffermarsi su nuovi dettagli ogni volta che tornavi a guardare il disegno. Oggi, anche se mi piace molto guardare le illustrazioni, mi attira particolarmente un tipo di arte semplice e colorata, come i ritagli cartacei di Matisse o le pitture geometriche di Sonia Delaunay. Mi piace moltissimo anche l'artigianato, in particolare la ceramica e la tessitura." 

Cosa rende le opere di Charlotte così attraenti?

I colori e le forme semplici, ma fantasiose, ma soprattutto, la pura e semplice gioia e felicità che trasmettono. 

"Un mio insegnante ha descritto il mio stile illustrativo "naïve sofisticato", che credo sia una definizione concisa che calza bene, visto che le mie opere sono adatte sia agli adulti che ai bambini. Gioco con i motivi, la forma e la trama per creare immagini colorate che spesso ritraggono scene rigeneranti della vita di tutti i giorni. Credo che del mio lavoro le persone apprezzino quella sensazione di disegnato a mano, che lo rende diverso da moltissime illustrazioni che si vedono in giro. Anche la semplicità non stilizzata delle mie illustrazioni, come i personaggi e la vita, aiutano a creare una connessione con una fascia più ampia di pubblico." 

 

Per avere maggiori informazioni su Charlotte, visitate il suo sito WebTumblr, Instagram e Twitter!

SHARE
Torna ai feed
Torna in alto