Amy Winehouse at the Grammy Awards 2008 in London, Getty Images.

Amy Winehouse at the Grammy Awards 2008 in London, Getty Images.

LE MIGLIORI PERFORMANCE DI AMY WINEHOUSE

Amy Winehouse non era un'icona della moda, ma di certo aveva stile. In occasione della première del documentario Amy, ricordiamo l'artista e le sue migliori performance.

8. STRONGER THAN ME, DAL VIVO NEL 2003
Appartiene all'epoca prima del beehive, dell'eyeliner pesante e dei miniabiti. Era appena uscito il suo album di esordio, Frank, quando ha fatto una delle sue prime apparizioni televisive di rilievo. Aveva appena compiuto vent'anni e la sua carriera stava per decollare.

7. REHAB/TEARS DRY ON THEIR OWN, DAL VIVO NEL 2006
Back To Black è il suo secondo album, uscito nel 2006, che le garantì il grande successo. È stato con l'uscita dell'album che ha adottato il suo stile definitorio, inspirandosi al gruppo degli anni '60 The Ronettes. Qui esegue due dei suoi successi più grandi in maniera perfetta..

6. I 90 ANNI DI NELSON MANDELA NEL 2008
Questa performance potrebbe non essere la sua migliore dal punto di vista tecnico, ma il luogo (Hyde Park pieno zeppo di gente con Nelson Mandela in prima fila) la rende una delle sue performance dal vivo indimenticabili.

5. DUETTO CON TONY BENNETT NEL 2011
Amy Winehouse ha collaborato con la leggenda del jazz americano per il suo album Duets II, uscito nel 2011. Questa è stata l'ultima volta che ha registrato in studio e la canzone è uscita pochi mesi dopo la sua tragica morte. Il duetto è stato premiato con un Grammy.

4. BACK TO BLACK, DAL VIVO A CAMDEN NEL 2007
Back to Black è uno dei brani più ascoltati di Amy Winehouse e forse anche il più amato. Nel 2007 ne diede una delle sue interpretazioni migliori, mixandolo con i versi di Remember (Walking in the Sand) delle Shangri-Las. 

3. BACK TO BLACK (VERS. ACUSTICA), SOUTH BY SOUTHWEST NEL 2007
Con questa performance acustica di Back to Black riuscì a zittire la critica che si accaniva contro il suo stile di vita e la sua immagine, invece di concentrarsi sulla sua musica e il suo talento. La performance dimostra semplicemente perché Amy Winehouse sarebbe diventata una leggenda.

2. REHAB DA LETTERMAN NEL 2007
La cantante ha debuttato nella televisione americana con un vestito a pois e una meche bionda nella sua acconciatura esclusiva. Anche se era ben nota in Europa, questa performance la fece conoscere in grande stile all'audience americana e creò le premesse perché diventasse una superstar.

1. YOU KNOW I’M NO GOOD/REHAB, I GRAMMY DEL 2008
Il 2008 è stato il suo anno, almeno dal punto di vista della cariera. La notte dei Grammy vinse cinque premi e la sua performance fu impeccabile. Per problemi di visto non poté cantare in America, quindi l'emittente CBS, che trasmetteva i Grammy, organizzò un palco a Londra.

Torna ai feed
Torna in alto