THE HIT LIST

COME PRONUNCIARE I NOMI DEI DESIGNER

La moda attuale arriva da tutto il mondo, con dei nomi che sfidano le conoscenze anche dei migliori poliglotti. Scoprite i 10 marchi che dovete essere sicuri di saper pronunciare.

Nadege Vanhee-Cybulski for Hermés, Getty Images.

10. HERMÈS
Non lasciatevi ingannare dall'apparente semplicità: la casa di moda francese, famosa per i suoi pellami, non ha nulla a che vedere con Ermes, la divinità della mitologia greca. Quindi spostate l'accento sulla seconda sillaba e scandite il nome come [her-mèss].

Prabal Gurung, Getty Images.

9. PRABAL GURUNG
I nomi nepalesi erano ben pochi e ben lontano dalla ribalta della moda mondiale, ma i recenti successi di Prabal Gurung hanno cambiato il panorama, quindi in questo caso è  [prà-bal gu-rùng]. 

Jeremy Scott for Moschino, Getty Images.

8. MOSCHINO
Qui giochiamo in casa. La casa di moda prende il nome dal suo fondatore Franco Moschino: anche se ora è nelle mani sicure di Jeremy Scott, l'eredità milanese resta nel nome.

Philipp Plein, Getty Images.

7. PHILIPP PLEIN
Il designer tedesco Philipp Plein è diventato una fucina della moda contemporanea europea. Il suo cognome può dar adito a varie pronunce, quindi per evitare errori, pronunciatelo [fìlip plài-n] (come Klein, il Calvin dei jeans).

Fausto Puglisi, Getty Images.

6. FAUSTO PUGLISI
Fausto è il giovane anticonformista sulla scena della moda italiana e il suo nome, se per noi italiani è un gioco da ragazzi, per le altre lingue rappresenta una bella sfida!

Hedi Slimane for Saint Laurent, Getty Images.

5. SAINT LAURENT DI HEDI SLIMANE
Sono passati i giorni in cui la pronuncia francese poteva essere completamente evitata, riferendosi alla casa con l'acronimo di YSL. Oggi il nome completo della casa di moda è ormai [sahn lor-àn] di [edi slim-àn].

Jack McCollough and Lazaro Hernandez for Proenza Schouler, Getty Images.

4. PROENZA SCHOULER
Per noi [pro-èn-za scù-ler] . Per il loro marchio Jack McCollough e Lazaro Hernandez hanno voluto usare il nome da nubile delle rispettive madri, creando anche l'acronimo PS1 per la loro famosa borsa.

Jonathan Anderson for Loewe, Getty Images.

3. LOEWE
Quando Jonathan Anderson prese le redini della casa di moda spagnola Loewe, dichiarò di voler far pronunciare il nome del marchio a un altro milione di persone. Compito non proprio facilissimo per alcune lingue: [lu-è-ve].

Riccardo Tisci for Givenchy, Getty Images.

2. GIVENCHY DI RICCARDO TISCI
Decisamente uno dei marchi che confonde il pubblico: Givenchy va pronunciato [ji-von-scì] e, se volete proprio includere il nome del designer assieme al marchio, in italiano andate sul sicuro! 

Ann Demeulemeester, Getty Images.

1. ANN DEMEULEMEESTER
Una dei designer originali del gruppo Antwerp Six, Ann Demeulemeester ha aiutato a portare la moda belga all'attenzione della scena internazionale. Ma ciò, ahimè, non ha reso il suo lungo e complicato cognome più facile da pronunciare: [enn de-miù-le-mis-ter].

Torna ai feed
Torna in alto