White and pure at Chanel 2009, and colourful and complex at Maison Margiela 2014. Two of the best couture moments in fashion history, Getty Images.

White and pure at Chanel 2009, and colourful and complex at Maison Margiela 2014. Two of the best couture moments in fashion history, Getty Images.

TOP TEN DELLA HAUTE COUTURE

È la settimana dell'alta moda e dell'essenza dei sogni, il luogo magico dove i designer lasciano correre a briglia sciolta la loro immaginazione. Ecco i dieci momenti insuperabili della haute couture.

Dior 1953, Getty Images.

10. CHRISTIAN DIOR NEGLI ANNI '50
Durante l'apice della couture-mania di Dior negli anni '50, ogni sfilata era un momento indimenticabile. Le sale che ospitavano le sfilate si riempivano di donne desiderose di vedere le ultime creazioni in un periodo che lo stesso designer battezzò "l'epoca d'oro". 

Jean Paul Gaultier 2001, Getty Images.

9. JEAN PAUL GAULTIER, AUTUNNO 2001
Questa collezione di Gaultier si è distinta per molte ragioni, ma soprattutto per le extension fantasiose che completavano il look di ogni modella ispirandosi a una varietà di costumi orientali.

Christian Lacroix, Getty Images.

8. CHRISTIAN LACROIX, PRIMAVERA 1987
Lacroix conquistò la cupa scena della moda parigina nel 1987 con un'esplosione: la sua sfilata teatrale, piena di creazioni eccessive e stravaganti lo consacrarono come un designer con una notevole personalità.

Givenchy, Getty Images.

7. GIVENCHY HAUTE COUTURE DI MCQUEEN SS 1997
"The Golden Fleece" (Il vello d'oro, n.d.t.) fu il debutto di McQueen da Givenchy: la fantastica collezione fatta di eleganti look bianchi orlati d'oro venne criticata sia dalla stampa che dai designer. Ora, invece, viene considerata una collezione bella ed eccitante di un designer di talento.

Valentino, Getty Images.

6. VALENTINO, PRIMAVERA 2011
Il regno di Pierpaolo Piccioli e Maria Grazia Chiuri da Valentino raggiunse l'apice nel 2011 con questa collezione di abiti intricati e mozzafiato che definirono la loro interpretazione in chiave moderna della storica casa di moda italiana.

Chanel S/S 2014, Getty Images.

5. LE SNEAKERS DI CHANEL, PRIMAVERA 2014
Lagerfeld creò un maremoto alla sfilata di Chanel per la primavera 2014 salendo sul treno che ha introdotto lo sport nella moda e introducendo nella haute couture le sneakers, corredate di tutti i marchi di fabbrica propri di Chanel: perle, pizzo e tweed. 

Yves Saint Laurent says goodbye, Getty Images.

4. YVES SAINT LAURENT, PRIMAVERA 2002
La 200ª sfilata di YSL è stata anche la sua ultima e ha associato volutamente alcuni look classici a 20 abiti di alta moda nuovissimi. Volti famosi, quali Naomi Campbell e Claudia Schiffer, hanno celebrato i 40 anni della carriera del designer.

Barbie Goes to Tibet according to John Galliano, Getty Images.

3. JOHN GALLIANO PER CHRISTIAN DIOR, AUTUNNO 2001
Galliano al meglio: un insieme ragionato di ispirazione globale, nata dai viaggi sull'Himalaya e in Medio Oriente, espresso in una ampia gamma di creazioni colorate e decadenti. Secondo le parole del designer, "Barbie è andata in Tibet".

Maison Margiela S/S 2015, Getty Images.

2. IL DEBUTTO DI GALLIANO PER LA MAISON MARGIELA, PRIMAVERA 2015
Il debutto più atteso in anni: la Maison Margiela nelle mani di John Galliano. La decostruzione, ovvero un ritorno alle sue origini e a quelle di Margiela, ha confermato il ritorno di Galliano con questa collezione complessa di look intricati.

Chanel S/S 2009, Getty Images.

1. CHANEL, PRIMAVERA 2009 
Nel 2009 Lagerfeld tornò al tavolo da disegno, in maniera letterale, con questa collezione che richiama la carta immacolata. Presentata in una sala piena di carta tagliata al laser, la serie di look puri e inediti catturò l'attenzione di tutti in un momento in cui l'alta moda tendeva all'eccesso piuttosto che al minimalismo.

Torna ai feed
Torna in alto