Hedi Slimane, All Over Press.

Hedi Slimane, All Over Press.

I DIECI CAMPIONI DELLA MODA MASCHILE

Quando si tratta di moda che attira gli sguardi, di solito sono le donne a conquistare la scena. Ma anche moltissimi uomini hanno fatto tendenza con il loro stile: ecco, quindi, la classifica dei dieci momenti indimenticabili della moda maschile.

Hugh Hefner, All Over Press.

10. I PIGIAMI DI STILE DI HUGH HEFNER
Cosa c'è di meglio di un pigiama quando ci si vuole rilassare? Ecco la filosofia dietro alle scelte modaiole dell'editore di Playboy Hugh Hefner, che pare possieda oltre 200 paia di pigiami di seta esclusivi, perfetti per un gentleman che ama la comodità.

Pharrell Williams, All Over Press.

9. IL CAPPELLO DI VIVIENNE WESTWOOD INDOSSATO DA PHARRELL
Il re dello stile da ragazzaccio in skateboard ha sorpreso un po' tutti quando si è presentato ai Grammy indossando un maxi cappello di Vivienne Westwood. Il cappello enorme era un tributo allo stile punk anni '70 di Malcolm McLaren, ma il rapper lo ha personalizzato con un tocco in puro stile 2014, abbinandolo a capi streetware e alle sneaker.

Sean Connery and Leigh Bowery, All Over Press.

8. SEAN CONNERY IN AGENTE 007 - MISSIONE GOLDFINGER
James Bond si è guadagnato la fama di agente elegante sul grande schermo, pur avendo al suo attivo negli anni una o due cadute di stile. Una è rappresentata da questa tuta in spugna indossata in Missione Goldfinger: anche se doveva essere un simbolo di relax ed eleganza, la tuta da spiaggia di Bond ha decisamente un risvolto comico.

7. TUTTI I CAPI DI LEIGH BOWERY
L'artista avant-garde Leigh Bowery non amava semplicemente la moda, la viveva. Mescolando stile e arte nella Londra degli anni '70 e '80, Bowery infranse barriere come designer tanto quanto come enigmatico consumatore di moda, ispirando generazioni fino alla sua morte, avvenuta nel 1994.

David Byrne and Thom Browne, All Over Press.

6. IL COMPLETO GIGANTESCO DI DAVID BYRNE
Dopo il suo debutto nel film concerto Stop Making Sense, il completo gigantesco di David Byrne è diventato il simbolo dei Talking Heads e del loro marchio art-rock della New York degli anni '80. Non si trattava solo una scelta concettuale, ma era anche una parodia del completo da uomo di successo degli anni '80, da un lato, e un costume carismatico da sfoggiare sul palco, dall'altro. 

5. I COMPLETI RIDOTTI DI THOM BROWNE
Nonostante ogni loro caratteristica sfidi il concetto comune di abito elegante di sartoria, i completi ridotti del designer Thom Browne hanno permesso al loro ideatore di conquistarsi un posto nel mondo della moda. Browne è anche riuscito a valorizzarli: maniche e pantaloni accorciati hanno confermato che il completo maschile è ancora un capo "in" nel XXI secolo.

Michael Douglas, All Over Press.

4. MICHAEL DOUGLAS IN WALL STREET
L'uniforme di Michael Douglas, nei panni del finanziere d'assalto Gordon Gekko, fatta di camice con ampi colletti bianchi e capelli impomatati è diventata il simbolo dell'avidità che non si ferma davanti a nulla, tipica degli yuppie degli anni '80.

Marc Jacobs and Hedi Slimane, Getty Images/All Over Press.

3. MARC JACOBS SFOGGIA UN VESTITO
Considerando che è il designer che crea gli abiti da donna più invidiabili nel mondo della moda, non vi pare del tutto naturale che ogni tanto Marc Jacobs voglia provarne qualcuno di persona? Il vestito a polo rosa, indossato alla Settimana della Moda di Parigi nel 2012, ha mostrato a tutti che i veri uomini non hanno paura a indossare abiti femminili.

2. LA RIVOLUZIONE DI HEDI SLIMANE
Il decennio del 2000 è stato definito dalla silhouette filiforme, di influsso rockeggiante, introdotta ai comuni mortali da Hedi Slimane per Dior Homme. I ragazzi di Hedi, un esercito di magrolini in completi slim, piacevano sia ai giovani sia ai meno giovani, che erano alla ricerca di un concetto più raffinato di abbigliamento maschile.

David Bowie, All Over Press.

1. DAVID BOWIE NEI PANNI DI ZIGGY STARDUST
Personaggio che ha infranto più regole nella storia della moda maschile e, con il suo alter ego Ziggy Stardust, ha indossato con successo e grande stile i panni androgini, mescolando tute attillate, scollature vertiginose, abbondante trucco e una inconfondibile capigliatura scarlatta. Senza Bowie a conquistare nuove frontiere, l'abbigliamento maschile, e la cultura pop nel suo complesso, sarebbero molto più noiosi.

Torna ai feed
Torna in alto