Cara Delevingne and Joan Smalls dance their way down the catwalk at the Stella McCartney Fall/Winter 2014 fashion show, All Over Press.

Cara Delevingne and Joan Smalls dance their way down the catwalk at the Stella McCartney Fall/Winter 2014 fashion show, All Over Press.

LA MODA È DIVERTENTE!

Con le modelle che ridacchiano sulla passerella, gli editor in pose ridicole da selfie e i marchi che collaborano con i personaggi dei cartoni animati, il mondo della moda, un tempo tanto intimidatorio, si è fatto ottimistico, divertente e accessibile.

Fashion with a sense of fun at Moschino Fall/Winter 2014, All Over Press.

Tutto è iniziato con un selfie qualsiasi. Anna Wintour, fornita di occhiali da sole, lo scatta in posa divertita con il numero di settembre di American Vogue e lo carica su Instagram. Ore dopo, vi sono centinaia di scatti simili a creare un meme con l'hashtag #voguestagram che celebra la lady più seria della moda. Se perfino l'editor di Vogue può sorridere di se stessa, è chiaro che le cose vanno meglio. Un anno dopo, gli editor della moda hanno abbandonato i loro completi neri per i colori primari, la musica gioiosa di Pharrell è diventata la colonna sonora della stagione e non ci si può liberare delle magliette con le scritte comiche. A cosa si deve l'introduzione del divertimento nella moda? 

Non troppo tempo fa, il settore della moda veniva riverito per il suo ambiente di difficile approccio, aperto a pochi adepti, che celebrava un mondo esclusivo, costoso e irraggiungibile. Negli ultimi anni molto è cambiato. Il tono accessibile dei blog di moda ha svelato un nuovo panorama democratico della moda, al quale tutti sono invitati a partecipare, io e voi compresi.

Il cambiamento di atteggiamento ha raggiunto anche le passerelle, ovvero quell'ultimo distaccato simbolo della moda (ovvero il "noi siamo qui, voi no!"). Le chicche di stagione includono le modelle che ridacchiano da Stella McCartney e il selfie di Cara Delevingne al gran finale di Giles (subito postato su Instagram, ovviamente). Show in stream live, assieme alla reality TV della moda e ai social media, hanno aperto le tende su questo mondo come non era mai avvenuto prima, facendo delle celebrity del settore i principali attori. 

Questa stagione ha visto le presenza del divertimento sia negli show che nelle collezioni stesse. Testimoni ne sono la trovata dell'ode di Moschino all'Happy Meal di McDonald's e Jessica Lange che cantava "Happy Days Are Here Again" allo show di Marc Jacobs. A Londra, lo show di Anya Hindmarch ha presentato uno spettacolo di mimica con la colonna sonora di Get Happy cantata da Judy Garland. "Ora dalla moda ci aspettiamo irriverenza, umorismo e colore," dice James Anderson, Fashion Features Editor di i-D, la rivista di stile famosa per le sue copertine che strizzano l'occhio. "Il mondo ha visto abbastanza subbuglio e miseria, possiamo sopportare fino a un certo punto. Rispondere con un po' di divertimento e frivolezza è del tutto naturale. Le persone vogliono evadere."

Moschino’s ode to McDonald’s, All Over Press.
Torna ai feed
Torna in alto