Aleali May

Aleali May unisce capi di alta moda e streetwear per ottenere un look moderno, personale e unico. Ecco il suo stile.

Aleali May è image consultant, stylist (si occupa di styling per il rapper Kendrick Lamar delYeezus Tour di Kanye West) e modella. Sul suo omonimo blog, lanciato di recente, posta le foto di outfit invidiabili e noi ci siamo innamorati dei suoi mix perfetti di streetwear e alta moda.

Adam Katz Sinding ha fotografato Aleali May a Los Angeles.

QUAL È IL TUO TOCCO PERSONALE INCONFONDIBILE?  
"Il mio stile personale si basa sulla fusione di marchi di streetwear, quali A Bathing Ape, con marchi di alta moda, quali Hermès e Chanel."

CHI È IL TUO DESIGNER PREFERITO?
Il mio designer preferito è Rick Owens. Non sono solo indumenti, si tratta di uno stile di vita.

CHI TI PIACEREBBE INCONTRARE?  
"Il [guru del cibo] Anthony Bourdain è uno dei tanti che vorrei davvero incontrare. L'ho sempre ammirato fin da quando guardavo No Reservations sul Travel Channel e Parts Unknown sulla CNN. Rappresenta la parte di me che vuole vedere il mondo, provare cibi diversi, conoscere culture e tradizioni diverse e vuole farlo con un grande senso dell'umorismo. Per non dimenticarci che riesce a comunicare nella maniera più semplice possibile, senza fronzoli!"

COSA VOLEVI DIVENTARE DA BAMBINA?  
"Da giovane volevo essere come Kimora Lee Simons. Ha fatto moltissimo nella moda, partendo dal suo lavoro come modella fino ad arrivare alla creazione di Baby Phat e avventurandosi in altro ancora. Ha creato un impero ed è stata una fonte d'ispirazione per molte ragazze come me. Analizzando marchi come Baby Phat, non ha solo rivoluzionato la moda hip hop, ma la moda in genere."

A CHE COSA NON RINUNCERESTI MAI?  
"Sembrerà un cliché, ma non rinuncerei mai al mio telefono. Senza mi sento completamente scollegata dal resto del mondo. È il problema di essere cresciuta con la generazione di Internet... *sigh!…"

 

Seguite @alealimay su Instagram e visitate il suo sito Web qui
Adam Katz Sinding è il fotografo autore del sito Web Le 21ème.

Torna ai feed
Torna in alto