KRISTINA BAZAN

Kristina Bazan è la creatrice di Kayture, fenomeno dei blog di moda. H&M Life ha incontrato Kristina Bazan a Parigi per parlare di stile personale e moda nell'era digitale.

Per una blogger che ha scritto il suo primo post meno di cinque anni fa, il curriculum di Kristina Bazan è impressionante. Con 2 milioni di follower su Instagram e una massa enorme di lettori, il blog Kayture di Kristina Bazan è una fucina della moda mondiale. Non ci sorprende il fatto che marchi come Louis Vuitton, Cartier e Lancôme stiano facendo la fila per collaborare con lei.

Il fotografo Adam Katz Sinding ha catturato l'invidiabile stile di Kristina Bazan durante la settimana della moda parigina. Per questo scatto, Kristina Bazan ha definito il suo stile mescolando articoli H&M e i suoi capi preferiti presi direttamente dal suo armadio personale.

QUAL È IL TRATTO INCONFONDIBILE DEL TUO STILE?
"Penso che la mia idea di stile si sia sempre  evoluta in base al mio umore e al mio stato d'animo. Ultimamente sto vivendo un periodo più profondo, oscuro e introspettivo della mia vita e ho notato che le mie scelte per quanto riguarda l'abbigliamento ne sono molto influenzate. Tendo a indossare molto nero, cosa che in realtà mi rende più felice rispetto a quando indosso capi colorati, perché mi sembra rappresenti di più come mi sento. E tutto ciò non è necessariamente negativo. Considero l'eleganza qualcosa di molto poetico e tento di trasferire questo concetto in tutte le mie scelte di abbigliamento, anche molto influenzate dalla mia costituzione e da ciò che mi vedo bene addosso. Proprio come a chiunque altro, alcuni tagli mi stanno meglio di altri. Quindi, qualsiasi cosa abbia un taglio boyfriend per me è semplicemente perfetto."

CHI È LA TUA ICONA DI STILE?
"Non ho un'icona di stile in particolare, più che altro è l'idea che ho di determinate donne a ispirarmi: il loro stile, il loro senso estetico e come io immagino sia il loro stile di vita, o almeno qualcosa di simile. Mi ha sempre affascinato molto Audrey Hepburn e la sua bellezza intramontabile, ma anche a volte un po' mascolina. Sembrava essere anche una brava persona e l'ho sempre rispettata molto. Amo anche Jane Birkin, Brigitte Bardot, Grace Kelly… Tutte queste donne hanno davvero rivoluzionato la moda."

PERCHÉ LA MODA È IMPORTANTE?
"È un modo per dire qualcosa di  noi stessi senza parlare. Che ci interessi o meno, il nostro aspetto fornisce sempre una prima impressione e ci proietta in un determinato modo nella società. Mi piace usare la moda come uno strumento per esprimermi in modo creativo. È un' estensione di me in un certo senso, riflette un determinato aspetto della mia personalità. Non è un segreto che così tante persone negli anni si siano occupate di moda: è un ottimo argomento di conversazione ed è qualcosa che apre le porte a domande più grandi."

 SE POTESSI TORNARE INDIETRO NEL TEMPO, IN CHE PERIODO STORICO DELLA MODA TI PIACEREBBE ANDARE?
"Il giorno d'oggi mi piace. Mi sento di appartenere davvero a questa era digitale, non solo perché è parte della mia vita, ma anche perché ci dà così tanta libertà che traiamo ispirazione gli uni dagli altri e creiamo uno stile che è un perfetto mix eclettico di diversi periodi, stili, ispirazioni, per creare qualcosa di singolare. Prima le persone erano portate a farsi influenzare dalle tendenze e tutti finivano con indossare gli stessi stili nello stesso momento. Ora il concetto di tendenza in sé quasi non esiste più, traiamo  continuamente ispirazione dal passato, ma è difficile definire uno stile che abbia la meglio sugli altri. Non esistono più regole, siamo noi a creare la nostra stessa moda e ciò può avvenire soltanto con la libertà esplosa con Internet."

QUAL È IL TUO VIZIO MODAIOLO?
"La moda di per sé è un vizio. Anche se è il mio lavoro, tento sempre di tenermi a una certa distanza, per non prenderla troppo sul serio. Quando nella mia vita accade qualcosa, la mia principale preoccupazione non è mai cosa mettermi. La moda per me è un lusso e deve rimanere sempre un piacere."

QUAL È IL TUO LOOK PREFERITO?
"Ad essere sincera, quando non lavoro, quando trascorro una giornata con gli amici o semplicemente a spasso per la città,  di solito vesto di nero: jeans skinny neri, una maglia nera lunga, un cappotto nero lungo, stivali di pelle neri e basta. Non mi piace pensarci troppo. Nei giorni in cui lavoro, metto qualcosa in più: un blazer, delle belle scarpe, jeans. Ad ogni modo, mi piace vestire in modo semplice."

COSA VOLEVI DIVENTARE DA BAMBINA?
"Di tutto. Desideravo letteralmente provare, fare e vedere tutto. Volevo dipingere, scrivere, recitare, danzare, cantare; ricordo addirittura che a un certo punto volevo diventare un'insegnante o un politico. Ero sicura di me, e lo sono ancora, quando si parlava di carriera ; di certo sapevo che desideravo diventare un'artista, nel più ampio significato del termine. Devo ammettere, comunque, che ho sempre desiderato essere una cantante. Quando i nonni o i miei genitori alle feste in famiglia, alle cene o ai compleanni mi chiedevano cosa volessi fare da grande, rispondevo sempre quello. È sempre stato il mio sogno più grande."

A QUALE PROGETTO STAI LAVORANDO AL MOMENTO?
"Ora mi dedico soprattutto alla musica, che è la mia priorità ora che il mese della moda è finito. Sono sempre in studio a comporre e a scrivere canzoni."

 

 

KRISTINA BAZAN

ETÀ: 21 anni

BLOG: kayture.com

INSTAGRAM: @kristina_bazan

SHARE
SHOP THE STORY
Torna ai feed
Torna in alto