Patricia Manfield

La blogger italiana Patricia Manfield è un'icona della moda senza timori. Il suo stile è allegro, attuale e si rivela sempre una fonte d'ispirazione.

Patricia Manfield vive a Milano, studia Fashion Business e condivide il suo blog The Atelier.me sul lifestyle con il compagno, l'altrettanto elegante Giotto Calendoli. La coppia di creativi (sono scrittori, modelli, designer e fotografi) documentano la loro vita quotidiana nel mondo della moda.

QUAL È IL TUO STILE PERSONALE INCONFONDIBILE?
"Sono molto versatile; mi piace mescolare stili sexy e femminili con cose più maschili. Il mio stile personale è decisamente allegro: cappotti oversize, t-shirt bianche e jeans indossati con trasparenze, pelle e capi corti. E tutto contemporaneamente!"

QUAL È IL TUO DESIGNER  PREFERITO ?
"Nicolas Ghesquière [attuale designer di Louis Vuitton ed ex-designer di Balenciaga]: non manca mai di stupirmi, sperimenta sempre e ogni anno trova qualcosa di nuovo da presentare sul mercato."

QUAL È IL TUO LUOGO  PREFERITO AL MONDO?
"Londra. Mi sono trasferita lì subito dopo aver finito le superiori e sono andata alla Central Saint Martins. In città si respira aria di libertà, espressività personale e creatività."

CHE CIBO  PREFERISCI? 
"La pasta. Per un semplice motivo: crescendo in Italia mi sono resa conto che per fare una cena deliziosa basta avere in cucina la pasta, un po' d'aglio e l'olio d'oliva." 

QUAL È IL TUO LOOK PREFERITO?
"Un abito maschile dal taglio impeccabile senza nulla sotto la giacca, abbinato alle sneakers e a una borsa mini, con i capelli raccolti in uno chignon disordinato à la Dolce & Gabbana."

PERCHÉ LA MODA È IMPORTANTE?
"Perché riflette la nostra società, inserisce i nostri valori in un contesto. Alla fine degli anni '30 quando è iniziata la Seconda Guerra Mondiale, nella moda si usavano tessuti fabbricati dall'uomo, come la viscosa o il rayon, perché i tessuti naturali erano troppo costosi e in molto paesi i vestiti venivano razionati. Nel 2015 vediamo lo streetwear sulle passerelle e la pelliccia sintetica nell'alta moda. E tutto si deve semplicemente all'epoca in cui viviamo, un'epoca in cui le persone REALI creano le tendenze, sia nella moda che nella morale."

SE POTESSI TORNARE INDIETRO NEL TEMPO, IN CHE PERIODO STORICO E CON CHE ABITI TI PIACEREBBE VIVERE?
"L'epoca delle sotto-culture mi affascina tantissimo. Vorrei essere un'amante della musica punk, vivere alla fine degli anni '60 e '70, conoscere Vivienne Westwood e Malcolm McLaren e andare a tutti i concerti dei Sex Pistols."

A CHE COSA NON RINUNCERESTI MAI?
"Ai miei cappelli. Sono ottimi per coprire i capelli ribelli e danno il tocco finale a qualsiasi look."

COSA VOLEVI DIVENTARE DA BAMBINA?
"Lo so che è un cliché, ma essendo figlia di due musicisti, volevo essere una rock star."

QUAL È IL TUO PECCATO DI MODA?
"Le Birkenstock... Sempre d'estate."

QUAL È LA TUA SCOPERTA DI BELLEZZA PIÙ RECENTE?
"Bere l'Aloe Vera ogni giorno trasforma la tua pelle."

 

Seguite @patriciamanfield su Instagram e visitate The Atelier.me qui
Adam Katz Sinding è il fotografo autore del sito Web Le21eme

Torna ai feed
Torna in alto