80s icon Madonna, Getty Images.

80s icon Madonna, Getty Images.

Le icone degli ANNI '80

Hanno sicuramente dettato le regole trent'anni fa, ma il loro stile è rilevante ancora oggi. Ecco le donne che hanno davvero definito il decennio delle spalline.

Gli anni '80 sono tornati in passerella. Jonathan Anderson ha entusiasmato il popolo della moda con le sue collezioni influenzate dagli anni '80, sia con la sua etichetta che in Loewe, reintroducendo colori contrastanti come il beige, il verde e i colori fosforescenti. Hedi Slimane e Olivier Rousteing hanno inserito vestiti di lamé degni di un ballo di fine anno rispettivamente nelle collezioni di Saint Laurent e Balmain. Quel decennio vi sembra spaventoso ed eccessivo? Consolatevi con queste icone della moda e della bellezza che rappresentano il meglio di quell'epoca, senza scaldamuscoli in vista.

Lisa Bonet, Getty Images.

Lisa Bonet
Nessuno era più cool di Lisa Bonet, con il suo stile boho all'avanguardia. Sfoggiava strati ondeggianti, anellini al naso e dreadlocks trent'anni fa. La sua versione dello stile hippy chic era mescolata con pietre miliari degli anni '80, come enormi temi floreali, sciarpe indossate come fasce per capelli e completi jeans su jeans (i cosiddetti Canadian tuxedo). Lo stile di Lisa rifletteva una spensieratezza e uno spirito estremamente personale che non davano importanza alle tendenze. Una dote che tanti dei fashionista di oggi tentano di emulare.

 

Brooke Shields, Getty Images.

Brooke Shields
Le sopracciglia grandi e folte sono tornate di moda, e molti ne danno il merito alla supermodella Cara Delevingne, ma a inventarle fu una graziosa e giovanissima Brooke Shields. Nel 1981, Time Magazine definì la quindicenne Brooke come la portatrice del "look degli anni '80", con sopracciglia folte, ombretti dai colori elettrici e lucide labbra rosse. Quel bagliore è tornato sulle passerelle dell'autunno/inverno 2015, ponendo fine al trend senza trucco delle ultime stagioni e riportando in auge la bellezza sana e senza complessi caratteristica di Brooke.

Madonna, Getty Images.


Madonna
Nessuno ha definito gli anni '80 quanto la Regina del pop. Esplose su MTV e nella nostra coscienza collettiva con il suo stile fatto di pizzi, abbigliamento intimo in vista, magliette con slogan, top corti e braccialetti di gomma impilati (vi ricordano gli arm party, vero?). Sexy, atletica, sovversiva e un po' sacrilega, Madonna ha lanciato decine di tendenze con il suo sorprendente e intramontabile potere.

 

 

Michelle Pfeiffer, All Over Press.


Michelle Pfeiffer
La sua iconica interpretazione di Elvira Hancock in Scarface ha definito in modo indelebile la moda della tarda era disco. Silhouette in stile Halston e glamour anni '80, Michelle nei panni di Elvira era bellissima e misteriosamente affascinante. Dall'abito scollato con spalline sottili all'elegante completo bianco incrociato, quel look sinuoso e sexy è ancora un punto di riferimento per le star di oggi. Rihanna (che si dice si stesse battendo per ottenere la parte di Elvira in un remake del film) ha partecipato ai Grammy 2012 indossando uno scollato abito Armani con la schiena nuda, che lei stessa aveva aiutato a disegnare, affermando di essersi ispirata a Scarface.

Grace Jones, Getty Images.

Grace Jones
Regina incontrastata dei club, Grace Jones ha incarnato l'avanguardia degli anni '80: spigolosa, androgina e futuristica. Le sue aderenti tute in pelle e lamé, i suoi blazer dalle spalle appuntite e i suoi tagli di capelli geometrici si sposavano perfettamente con la sua musica pop ispirata all'arte teatrale e pittorica. Grace era moda e adrenalina; se i reduci degli anni '80 hanno qualcuno da ringraziare, quella è proprio lei, rendiamo omaggio alla diva.

 

 

Molly Ringwald, Getty Images.

Molly Ringwald
Abbinate l'eleganza e la normalità della nonna con il buon senso da negozio dell'usato e otterrete una Molly Ringwald all'apice del successo nei film di John Hughes (Bella in rosa, Breakfast Club). Molly si rivolgeva a tutti quei disadattati, che nessuno sapeva essere invece favolosi, che erano convinti che il mondo sarebbe stato loro una volta abbandonata la provincia. Con l'enorme golf del suo ragazzo, il cappello a bombetta, le sciarpe floreali, le finte perle e gli occhiali, Molly aveva trasformato la moda ironica in una scienza dello stile. Il bizzarro non era mai stato così cool.

 


 

SHARE
Torna ai feed
Torna in alto