NOV-B2-TL-Bomber

IL BOMBER

Un giubbotto per eroi, punk e passerelle. Le ragioni per amare il bomber sono molte. Questa stagione ci lasciamo conquistare dalla sua aria ribelle, rivisitandolo con uno stile più sofisticato.

Fans of the bomber jacket: The Kardashian/West family, All Over Press.

LA SUA STORIA
Il bomber, altrimenti noto come giubbotto da aviatore, venne ideato per tenere al caldo i piloti della Prima Guerra Mondiale. Allora gli aerei non erano dotati di cabine chiuse, quindi i piloti avevano bisogno di indumenti che li tenessero al caldo. Negli Stati Uniti entrò a far parte dell'abbigliamento in dotazione all'aeronautica e spesso era foderato di lana di montone per tenere ancora più caldo. Con la Seconda Guerra Mondiale venne introdotto il giubbotto A-2, nuova versione leggermente modificata, e così il bomber diventò un articolo ben noto negli Stati Uniti, anche al di fuori dell'aeronautica.  E, ovviamente, a Hollywood. 

Anche se il giubbotto A-2 è un classico, è stato un altro stile a conquistarsi una pagina nella storia della moda. Il bomber MA-1 è stato ideato a metà degli anni '50 per rispondere alle nuove esigenze di sicurezza e comodità. L'invenzione degli aerei a reazione cambiò sostanzialmente le condizioni lavorative dei piloti e le ingombranti giacche in pelle non erano più una scelta ottimale. I giubbotti MA-1, prodotti in nylon leggero, erano comodi e adatti a qualsiasi condizione climatica. Non era facile mettere le mani su un MA-1 se non si era nell'aviazione; ma negli anni '60 e '70 le aziende di abbigliamento, quali Alpha Industry, avviarono la produzione di massa di bomber per il mercato civile.

Il design del modello MA-1 ha visto varie modifiche negli anni, ma le caratteristiche principali restano invariate: maniche ampie, nonché collo, polsini e vita elasticizzati. La fodera arancione, spesso presente, è stata introdotta nel 1960: se l'aereo aveva un incidente, il pilota poteva sfoderare la giacca per rendersi più visibile durante le operazioni di ricognizione. 

COME INDOSSARLO
Il bomber è uno dei capi davvero classici. Amato da tutti, dai punk ai mod, dai rapper alle celebrity hollywoodiane, non è mai passato veramente di moda. 

"Il bomber è un giubbotto facile da indossare e va bene per ogni occasione", dice la stylist Columbine Smille. "Dona un'aria rilassata e cool a qualsiasi stile."

In questo momento preferiamo una versione più attillata e ricercata rispetto alla forma classica più abbondante. 

"Per un look sofisticato, evitate le maglie con stampe e le felpe col cappuccio e abbinatelo a dei pantaloni slim-fit da completo e una maglia o una polo semplici."

 

Gli articoli preferiti dal fotografo Tobias Lundkvist sono quelli classici: una camicia nera e le Converse alte. Il capo preferito della stilista Columbine Smille è un impeccabile vestito di seta nero. Il nostro modello è l'adorabile Andre Feulner. Acconciature di Mette Thorsgaard e trucco di Josefin Scherdin. 

Bomber di oggi e di ieri: Tom Cruise in Top Gun, Robert De Niro in Taxi Driver, il cast del film Pearl Harbor, Ryan Gosling in Drive, Steve McQueen in La grande fuga, Ewan McGregor in Trainspotting, Charlton Heston, Bradley Cooper, James Dean in Gioventù bruciata e, al centro, i soldati dell'Areonautica Militare durante la Seconda Guerra Mondiale, All Over Press.
Torna ai feed
Torna in alto