The Little Black Dress

IL VESTITINO NERO

Il vestitino nero è uno dei capi iconici del mondo della moda. Vi raccontiamo come ha cambiato la storia della moda e come potete indossarlo per questa stagione.

LA SUA STORIA
Nel 1926, Vogue ha pubblicato un disegno di un vestito di Chanel. Aveva le maniche lunghe e una linea semplice, ma elegante. Vogue aveva previsto che il vestito nero sarebbe diventato l'uniforme di "tutte le donne che hanno buon gusto", usando le parole dell'annuncio dell'iconica Ford Modello T dell'epoca,

un'auto altrettanto semplice e universale e, dettaglio non meno importante, "disponibile in tutti i colori, basta che sia nera". 

Proprio come quest'auto rivoluzionaria, il vestito nero era una nuova scoperta dell'epoca. Consentì alle donne di ogni ceto sociale di avere un look moderno e alla moda, anche durante gli anni della depressione e nella recessione degli anni '30. La stessa Coco Chanel disse: "Grazie a me [i non ricchi] possono andare in giro sembrando milionari."

Negli anni '30, il vestito nero aveva un taglio più aggraziato e femminile, che divenne poi più pratico negli anni '40, assumendo uno stile minimalista durante la guerra. Nel dopoguerra Christian Dior introdusse "Il nuovo look", una pietra miliare nella storia della moda femminile. E con Dior il vestito si fa più interessante e scenografico. Così la nuova silhouette prese forma grazie a vitini da vespa e gonne più ampie. 

Ma quando si parla di vestitino nero, la maggior parte di noi probabilmente pensa alla versione degli anni '60. La gonna era (molto!) più corta e lo stile era più semplice. 

L'attrice Audrey Hepburn rese il vestitino nero un classico intramontabile nel 1961 con il film Colazione da Tiffany, indossando nella scena iniziale un modello disegnato dal maestro della haute couture francese Hubert de Givenchy.

A Londra, nel 2006 proprio quel vestito è stato battuto all'asta per 467.200 sterline. 


COME INDOSSARLO
Chanel in genere abbinava al vestitino nero uno o più fili di perle, creando un sodalizio inseparabile nella storia della moda. Ora preferiamo un look dai toni più semplici. Per questo servizio, la stylist Columbine Smille ha scelto un bracciale minimalista in argento. 

"Il vestitino nero è uno di quei capi classici che non passa mai di moda. Il nero è un colore ideale che evidenzia e nasconde al tempo stesso, basta scegliere un taglio impeccabile.

Per questa stagione preferiamo una lunghezza appena sotto il ginocchio e una silhouette attillata. 

"Mi piacciono i vestiti con le maniche corte e con scollature non troppo accentuate", dice Columbine Smille.

 

Gli articoli preferiti dal fotografo Tobias Lundkvist sono quelli classici: una camicia nera e le Converse alte. Il capo preferito della stilista Columbine Smille è un impeccabile vestito di seta nero. La nostra modella super cool è l'australiana Catherine McNeil. Acconciature di Mette Thorsgaard e trucco di Josefin Scherdin.

Black dresses from now and then: Grace Kelly, Marilyn Monroe with husband Arthur Miller, Audrey Hepburn in Breakfast at Tiffany's, Josephine Baker, Princess Diana, Kate Moss, Nicki Minaj, First Lady Michelle Obama with president Barack Obama and Joan Bennett from 1928, All Over Press/Getty Images.
SHARE
Torna ai feed
Torna in alto